5 cibi che ci hanno resi famoso nel mondo

capreseL’Italia è il paese della buona cucina, del mangiare bene. In poche altre nazioni come da noi si mangia così bene e, quando ci si ritrova a parlare con uno straniero su un aereo, in treno o anche all’estero, non appena si nomina che siamo italiani, subito vengono esaltate le caratteristiche della nostra cucina.

Ma quali sono i 5 cibi che ci hanno reso famosi nel mondo? Quali sono quelli di cui possiamo andare più fieri?

La caprese. Preparata con pomodoro e mozzarella, è una delle ricette più semplici della buona cucina italiana, nonché una delle più gustose. Il segreto di una buona caprese sono gli ingredienti, che devono essere freschi, ma soprattutto un buon olio extravergine di oliva.

La pasta. Preparata in mille modi, in bianco o al sugo, davvero poche altre nazioni al mondo la sanno fare come la facciamo noi. E’ uno dei punti di forza della tradizione culinaria italiana, imitata come pochi altri. Tra le ricette più amate sicuramente la carbonara, anche se ci sono delle varianti estere che lasciano davvero a desiderare, il ragù e la classica pasta al pomodoro.

La pizza. La prima volta in cui si è trovato, storicamente, il termine pizza, era il 997 a.C. , anche se la pizza moderna risale al 18° – 19° secolo ed è stata inventata a Napoli. Ancora oggi è proprio qui che si fa la pizza più buona d’Italia e del mondo, benché di recente diversi premi di fantasia e preparazione di questo alimento sono stati vinti di pizzaioli e pizzerie del nord Italia. Il segreto della buona pizza è la mozzarella, che deve essere fresca e di qualità.

La fiorentina. Un pezzo di carne massiccio, cotto fuori e crudo dentro, “al sangue”, come da tradizione. Originaria della Toscana, è uno dei piatti che non si possono non gustare quando si viene a visitare Firenze o la regione centro italiana in generale.

Tiramisù, un dolce originario del Veneto, dell’area di Treviso per la precisione. Realizzato con i Savoiardi, crema e caffè, oggi è gustato in ogni parte del mondo e accompagna spesso la fine del pranzo e della cena, in maniera particolare dopo le feste o nei fine settimana.